• Facebook
  • YouTube

Biografia

1917170_1249929178062_3876931_n.jpg

È autore di un libro di racconti: “Melino” edito da “Terre Sommerse”.Nel 1993 realizza l’album “La Mano Destra”, Nel 1995 firma un contratto di distribuzione e promozione discografica con la INTERBEAT per l’album "La Mano Destra" che viene distribuito e promosso nei circuiti Radio e televisivi Nazionali.Nel 1998 sempre con la Interbeat. L’album composto da dodici brani prodotto dalla Interbeat esce nell'etichetta Musica & Teste, titolo dell’album “Qualche NOtte Dormo”.Nel marzo 1999 il testo ed il pentagramma della canzone “Chiudi Gli Occhi al buio”, sono stati pubblicati nei quaderni della Fondazione “Che Guevara”.Nell’anno 2003 pubblica con l’etichetta Terre Sommerse il nuovo album “Cavalieri e Soldati”. Nel 2010, in occasione del ventennale di carriera, esce con Terre Sommerse "Sono Venti - live at Piazza Armerina" CD+DVD realizzato con registrazioni dal vivo durante il concerto tenuto dal cantautore nella città di Piazza Armerina nel 2009.Pubblica una raccolta di poesie "Le parole unite" - per Terre Sommerse - anno 2009.

1607008_10152110337926313_37929122534186

Fabio Furnari è un cantautore, editore, produttore discografico ed autore di origini siciliane.

Ha fondato nel 1998 la casa editrice e discografica Terre Sommerse.

Inizia gli studi di chitarra a quattordici anni da autodidatta, approfondisce tali studi presso il Centro Romano della Chitarra diretto dal maestro S. Notaro, successivamente segue il corso per chitarra jazz presso la scuola popolare “Ciac” di Roma.
Perfeziona la tecnica di canto con la maestra Yuki Maraini, specializzata in musico-terapia.
Ha frequentato un corso di canto armonico e canto dell'Om con Pierluigi Gallo.
Nel 1985 realizza il primo lavoro discografico, con un’etichetta indipendente. L’album è composto da dieci canzoni ed ha per titolo “Tra Il Papa e l'Imperatore”. Contemporaneamente avvia una lunga stagione di concerti che si concluderanno nel 1991,
Ha partecipato a numerose manifestazioni e premi musicali, ed è stato ospite in varie trasmissioni televisive, tra cui ricordiamo: “Io scrivo, tu scrivi...”, condotta dalla scrittrice Dacia Maraini, andata in onda su RAI DUE nel 1998.

3356_88293601312_7909219_n.jpg

Si è esibito in numerosi concerti nei locali romani.
Al “Circolo degli Artisti” , nelle stagioni ’99 – 2000 – 2001 ha organizzato numerosi concerti di canzone d’autore.
Nel 1998 fonda l’associazione Terre Sommerse di cui è Presidente con la quale organizza concerti e promuove l’attività di nuovi talenti. Terre Sommerse edita la rivista trimestrale Corus Cafè di cui , è fondatore.
Nel 2014 pubblica, sempre per Terre Sommerse, il libro "L’Alchimia, Esperienza e Cambiamento", frutto di anni di studi e dell'esperienza personale dell'autore, che riporta un percorso esoterico la cui chiave di lettura è l'antica scienza alchemica. Nel 2015 pubblica l'Abum “Oggi niente pasto” costituito di sei canzoni inedite e di altrettanti riarrangiamenti di brani editi.
Nel 2017 ha pubblicato il suo nuovo saggio e racconto "GASOLIO", idealmente dedicato a Pier Paolo Pasolini, nel quale affronta diverse tematiche legate alla massoneria e alla storia recente italiana. Il saggio è accompagnato dal racconto della storia della famiglia dell’autore, in particolare del padre, Francesco Furnari e della sua azienda vinicola in attività tra gli anni Sessanta e Ottanta.

Nel 2019 pubblica una nuova silloge di poesie e racconti dal titolo “Tutto Scompare”, edizione Terre Sommerse.

1937358_117850916312_1948589_n.jpg
 
 

Musica

TRA IL PAPA E L'IMPERATORE 

1988 

ED. wABASC

(lp)

IMG_20200402_155644_edited.png

Lato a

  1. Stanotte

  2. Canzone Libera

  3. Tra il Papa e l'Imperatore

  4. Ancora la mia Musica

  5. All'indefinibile

Lato b

  1. Parlando e Scrivendo

  2. Dolce Compagna

  3. L'ansia della Notte

  4. In questa Festa di Piazza

  5. Seduto in un Bar

Qualche notte dormo 

1998 

ed. Interbeat

Acquista
fabio furnari qualche notte dormo.jpg
copertina.tif

cavalieri e soldati 

2003

ed. terre sommerse

Acquista

sono venti - Live @Piazza armerina

2009

ed. terre sommerse

Acquista
cop sono venti.jpg

tutto passa di qua

2020

ed. terre sommerse

Acquista
copertina tutto passa.jpg
cop oggi niente pasto 2.jpg

oggi niente pasto 2015

ed. terre sommerse

Acquista
cop la mano destra.jpg

la mano destra 

1992 

villa gobbi records

distr. interbeat

Acquista

Poesia e Narrativa

melin_edited.png

Tre racconti legati alla magia della vita. Melino, il secondo racconto, è la storia di un giovane adolescente che trova una pietra magica che lo porta indietro e avanti nel tempo, accompagnandolo nel cammino della crescita. Il sogno è ambientato in un'atmosfera surreale tra il paranormale, il sogno e la realtà, frutti di momenti autobiografici. 

ED. TERRE SOMMERSE, 2003

Acquista
unnamed.jpg

Un progetto frutto di una sperimentazione artistica o meglio è un laboratorio di idee. La poesia che si fonde con la musica o se volete viceversa. In parte è frutto di improvvisazione sia di lettura che di musica, in parte è frutto di meditazione. L'unione di tre voci differenti che raccontano il proprio vissuto interiore e la propria anima, mettendosi a nudo senza chiedere nulla in cambio. Le poesie di Niccolò Carosi, di Fabio Furnari e di Valeria Faillaci viste e sentite dall'orecchio attento del pianista e compositore Franco Di Luca. 

ED. TERRE SOMMERSE , 2013

Acquista
unnamed%20(4)_edited.png

L'autore raccoglie in questa opera i suoi testi poetici. Italo Evangelisti scrive: "Qui Fabio Furnari propone le sue parole unite in una dimensione in cui le sinergie della psiche, non più mosse dal "già pensato" ma libere, contattano i presupposti dei futuri concetti ancora sconosciuti. È lo "spazio-tempo"in cui le informazioni e la stessa memoria sprofondano dentro, al di sotto della coscienza consapevole."

ED TERRE SOMMERSE, 2009

Acquista
carlo.jpg

Carlo decide di abbandonare il mondo in cui vive per intraprendere un percorso di vita che lo porterà a comprendere il suo passato e a vivere il presente con una nuova consapevolezza. Il personaggio viene colpito da amnesia dissociativa. Troverà nuovi compagni di viaggio che lo guideranno a trovare il proprio centro. Il percorso spirituale e una nuova iniziazione rassereneranno la sua anima.

ED. TERRE SOMMERSE 2020

unnamed%20(1)_edited.png

Sono sempre stato convinto che le poesie (così come altre forme d’arte) non hanno bisogno di nessuna spiegazione, né di critici che ne interpretino il senso e le parole. Alcune sono limpide come l’acqua, altre sono volutamente nascoste dal poeta, ma tutte hanno un loro sentiero, un senso, un messaggio. Vanno indossate, vestite, in base a ciò che trasmettono e al sentimento che ci ispirano.

ED. TERRE SOMMERSE, 2019

Acquista
 
 

Saggistica

unnamed%20(2)_edited.png

L’alchimia è la strada che alcuni uomini percorrono al fine della comprensione e dell’acquisizione della coscienza dell’Uomo nuovo”. L’uomo che si rinnova, attraverso la purificazione di Sé. Questo volume tratta in larga parte dell’alchimia spirituale. Il libro vuole tracciare un percorso a tutti coloro che si avvicinano all’alchimia e all’esoterismo alla ricerca dei misteri della vita.

ED. TERRE SOMMERSE, 2014

Acquista
unnamed%20(3)_edited.png

Le verità nascoste degli anni '70 e '80, e quelle dei giorni nostri.
Dalla morte di Pasolini al caso Moro, Orlandi, Calvi, Gheddafi.
Le tetre trame dirigistiche di un gota di cinici governatori dell'economia e della finanza.
Un libro che trae ispirazione da Petrolio, ultimo lavoro rimasto incompiuto di Pasolini.
Dal microcosmo della storia di Francesco Furnari e della sua azienda vinicola nella Sicilia degli anni '60 e '70, al macrocosmo dei poteri occulti che regolano la nostra società.

ED. TERRE SOMMERSE, 2017

Acquista
il tempo locuste.jpg

Il periodo che stiamo vivendo è un grande paradosso, ci impone di valutare le cose anche con una visione diversa. Un virus ha capovolto la nostra realtà, immettendola in uno stato di totale confusione, di caos. La scienza è diventata il centro della nostra esistenza. Dobbiamo avere “fede” nella scienza in ciò che essa ci dice. Però la scienza in questo caso è caduta anch’essa nel caos o meglio i suoi esponenti sono in contrasto, in contraddizione. In questo momento stiamo vivendo, come nelle migliori chiese, una vera scissione nella “chiesa della scienza”. 

ED. TERRE SOMMERSE, 2020

 

Rassegna Stampa

orizzonti%25201987_edited_edited.png
orizzonti giugno 1987.jpg
finalista LEONE D'ORO DI VENEZIA -1990.j
LEONE D'ORO DI VENEZIA FEBBRAIO 1990
CIAO%202001%20ANNO%202%20MARZO%201993_ed
CIAO 2001 - MARZO 1993
musica a roma 2 febbraio 1995.jpg
MUSICA A ROMA - FEBBRAIO 1995
contatto discografico 2.jpg
CONTATTO DISCOGRAFICO
ciao 2001 2 maggio 98.jpeg
contatto discografico.jpg
CONTATTO DISCOGRAFICO
CIAO 2001 2 maggio 1998.jpeg
CIAO 2001 - 1998
CIAO 2001 2 maggio 1998.jpeg
CIAO 2001 - MAGGIO 1998
fuori onda 1.jpg
fuori onda 2.jpg
FUORI ONDA - 1998
25 APRILE 1999.jpg
concerto circolo degli artisti 2004.jpeg

Estratti

SOLO SOLITARIO IN SOLUTDINE

Solo, solitario in solitudine

annego, in due gocce...d'acqua

sorgente 

solo, solitario in solitudine

compagnia due rughe

e un'immagine 

solo, solitario in solitudine

annebbio la vista

con due gocce d'acqua

risorgo

con pochi spazi in memoria

rifugio il mio pensiero

solo, solitario

la solitudine abbandona

s’impossessa la nebbia solitaria

rincorro ricordi

malinconia in solitudine

struggente perdita di me solo e solitario

mi chiudo nel torpore 

della tristezza, degli uomini.

SALUS ET AQUAM

Predecessori ermetici.

Manifesti.

Trasmissione dello spirito

Navigo nella malinconia

La malinconia naviga in me

Navigo nella gioia 

Navigo nell'amore 

L'amore naviga

Controcorrente si spinge

L'impavido marinaio

controvento la nave dei sogni

tenerezza del ricordo

rimpianto stolto.

Salus et aquam

Profilo e paradosso.

Movimento la mia Rosa

e la Croce.

CAROVANE INFINITE

Carovane infinite

di uomini

di donne

carovane infinite

di stelle

di pianeti

carovane infinite

di passioni

di amore

carovane infinite

di attese infinite.

 

MADRE

Madre siamo rimasti soli con i nostri giochi,

tra i nostri sacrifici.

Tra i ricordi il sapore della morte sempre dentro.

Tra le nostre parole esiste il peccato.

Incantati. I nostri volti si sono chiusi

e dentro l'anima si è aperto un buco.

Volti sofferenti, donne in pianto

sacrifici umani, risposte di silenzio.

Anime ardenti di vendetta

copevoli di vivere, di pensare.

Terra, vulcano, terra e acqua

Madre, prigioniera dentro i tuoi ricordi

calore gioia e morte

ginestra e lava nera

corrente innaturale di sole, di morte,

di venti impotenti.

Terra di palme e rettili carnefici.

IL FARO

Il faro segna la terra

ti indica il punto dove attraccare.

Grandi barche senza meta

cariche di sogni.

Non hai idea di cosa sia qui il mare

Ti resta dentro gli occhi

dentro al naso il suo profumo.

LA COSA CHE AMO

La cosa che amo.

Racchiudere me stesso

nel silenzio e cercarti

Solo.

Così con la mente

come un pensiero appeso.

Un impavido sognatore

chiuso

nel suo notturno.

Per veste la mia pelle

PADRE E FIGLIO

Padre e figlio ruotano insieme 

intorno alla luna

Padre e figlio camminano sui sentieri del cielo

Io li conosco i pensieri di un figlio

Li ricordo e li tengo per me.

Poi con la notte 

mi vengo a piegare per rubare un sapore, un’idea

che mi invade il cuore.

Come padre mi sono chiesto dove comincia la tua strada

I tuoi occhi di figlia

uguali ai miei

I tuoi sorrisi uguali ai miei.

Ma le tue gioie saranno più forti.

Ti donerò tutto il mio buon umore.

la mia felicità.

Le tue mani di figlio uguali alle mie

I tuoi piedi uguali ai miei.

Ti donerò i miei pensieri positivi, i miei anni migliori,

i miei umori migliori, l’amore per la vita.

Come figlio mi sono chiesto dove comincia la tua strada.

I tuoi occhi di padre uguali ai miei, i tuoi sorrisi uguali ai miei.

Sei andato via, con la fretta di mangiare la vita

Rubare la notte la felicità 

 dentro un dolore 

per fuggire  

Ti donerò i miei pensieri 

Cancellerò le tue paure,

aiutarti ad amarti

padre e figlio amore per un giorno …

eterno!

IL CAVALIERE DEL SANTISSIMO

Giro nel labirinto di me stesso

dopo avere percorso il mare ed il deserto

mi ritrovo da solo con la sete di un uomo disperso

io cavaliere del passato con la mia corazza 

ed il mio mantello di velluto rosso

corro dietro lo sguardo del primo passante.

 

A me, soltanto  a me 

ho tolto l’ultimo sospiro di un vento di battaglia,

al mio cavallo ho tolto la corsa ed il galoppo

alla mia spada ogni illusione di colpire,

alla mia armatura ho tolto il corpo dentro

ed oggi sono inesistente e cammino per questo deserto 

e non mi accorgo di non essere niente.

 

Ho combattuto battaglie in campo

con nemici d’acciaio 

i loro elmi risuonavano di pensieri tristi e disperati

le loro mani toccavano la terra del campo di battaglia

ed io lì pronto ad infierire con la spada

che maledizione la vita eterna 

il sortilegio che il diavolo mi ha donato

ed io che avrei voluto essere nudo per l’eternità.

I dubbi, gli spaventi, le notti insonni

a vegliare me stesso 

io cavaliere del santissimo, io custode dell’assoluto

in silenzio prego che mi vengano a pigliare

mi accontenterei di essere maledetto all’inferno

io soldato del pauroso e terribile eterno.

Sono tutti morti i miei soldati

ed io da una parte li ho uccisi 

per la gioia di vederli allontanare dal mondo 

e dai miei pensieri,

e dai miei pensieri.

 

A  te, a te ho donato la mia felicità

oh signore d’altri tempi

al tuo destino mi sono rimesso

perché tu mi comandassi ogni mio passo

giro nel mio deserto e l’assoluto l’ho perso

in un lago poco distante da qui

in un luogo poco distante da qui,

...e dai miei pensieri,

e dai miei pensieri......

LA PARTE MIGLIORE DI ME

La parte migliore di me è rimasta nascosta
La parte migliore di me 
Non vuol farsi vedere
Lavora nell'ombra.
La parte migliore di me è  mia figlia 
Che mi prende la mano 
È la sua dolcezza 
Il suo mondo nascosto 
È  il sapore della sua scoperta
È il suo ricercarsi e nascondersi
È il silenzio della complicità del suo sguardo. 
Migrante il suo universo
Generatore di corrente trasversale 
Cupido angelico
Racconto di armonie 
Di musica lieve. 
Parola e memoria del tempo assoluto. 
Verso soave
Incudine battente 

Ho rincorso due amanti

dentro un vicolo della mia città

seggiole rotte tra rovine

di una città deserta

hanno giocato sino a tarda sera con le carte zigane

erano verdi acquae e vite lontane

ho scoperto che quei due eravamo io e te

ho riconosciuto il mio sguardo, le mie dita,

la mia faccia travestita da pirata antico

di te ho riconosciuto l'armatura

eri chiusa in un paltò

avevi sempre perle e sfere

tra le mani due candele.

... E la miseria...

è più dolce dell'incoscienza

misura la tua mano sopra un cesto di mele

l'odore del tuo sudore

avrà il colore del giallo.

La miseria ricopre

i tuoi capelli di bianco

ti lascia tenere un sogno

all'ultimo piano del mio palazzo.